Via Battaglia primo giorno di chiusura, il sopralluogo del sindaco

Pubblicato il 27 aprile 2022 • Comunicati Stampa

Primo giorno di chiusura del cavalcaferrovia di via Battaglia ad Alte Ceccato per il cantiere della linea ferroviaria Alta Velocità/Alta Capacità, questa mattina il sindaco di Montecchio Maggiore, Gianfranco Trapula, ha effettuato un sopralluogo durante l’orario di punta insieme alla Polizia Locale dei Castelli per verificare la situazione della viabilità.

«Il nodo di maggiore criticità si conferma l’uscita del casello della A4, – spiega il primo cittadino Gianfranco Trapulaproprio per questo abbiamo chiesto a Società Autostrade di suggerire agli automobilisti uscite alternative, Vicenza Ovest o Montebello, anche perché il formarsi di code in autostrada rappresenta un pericolo non indifferente. Altri punti neri indubbiamente sono via del Melaro per chi proviene da Altavilla, viale Milano e viale Trieste. Come purtroppo avevamo previsto – prosegue il sindaco – i rallentamenti sono stati inevitabili. In questa prima fase terremo sotto controllo l’andamento del traffico nei diversi orari della giornata in modo da intervenire laddove sarà possibile con la nostra Polizia Locale».

Da segnalare le numerose chiamate al comando della Polizia locale dei Castelli da parte di cittadini che ancora non erano al corrente dell’inizio dei lavori.

Prossimi step. «Per quanto riguarda il cantiere già questa mattina sono iniziati i lavori di messa in sicurezza con la posa dei new yersey in cemento per impedire l’acceso ai veicoli. Da domani e fino al 4 maggio verranno inoltre posizionate recinzioni per impedire l’ingresso al cantiere di estranei, pedoni o ciclisti - spiega il sindaco Gianfranco TrapulaNel contempo verranno predisposti dei cancelli per consentire agli operai di entrare, così come verrà completata anche tutta la cartellonistica di sicurezza. Dal 2 al 5 maggio si procederà con il taglio degli alberi che costeggiano la strada e con la pulizia delle sponde da tutta la vegetazione, gli ultimi tre alberi che si trovano molto vicini alla linea ferroviaria verranno tagliati nella notte tra il 7 e l’8 maggio. In seguito – conclude il sindaco – verrà rimosso l’asfalto, mentre dal 13 maggio inizieranno gli scavi per abbassare le rampe in corrispondenza degli appoggi del ponte. La demolizione vera e propria del cavalcaferrovia di via Battaglia dovrebbe essere prevista, salvo imprevisti, nella notte tra il 28 e il 29 maggio, il manufatto verrà tagliato in 4 pezzi e serviranno ben 4 notti per completare la rimozione di tutto il materiale».

Le deviazioni. Per tutta la durata dei cantieri, la fine dei lavori è prevista per gennaio 2023 salvo imprevisti, la viabilità subirà delle deviazioni e il traffico sarà incanalato sulla bretella della Superstrada Pedemontana Veneta che si collega con la Strada Regionale 11 (viale Milano). Per gli autoveicoli che arrivano da Brendola (SP 500) e si dirigono verso Vicenza è previsto un percorso alternativo in via Soastene - via Selva Balestro per immettersi poi in via Melaro (SP 34), ciò consentirà di non impegnare ulteriormente la rotatoria dell’attuale casello dell’A4. Nessuna variazione per il sottopasso di via Cimarosa che resta percorribile con senso unico alternato regolato da semaforo.

Via Battaglia e viale Stazione. «Ricordo che le botteghe e i bar di via Battaglia e viale Stazione – conclude il sindaco -saranno accessibili e aperti nonostante il cantiere, via Battaglia infatti sarà chiusa all’altezza dell’Hotel San Marco all’incrocio con via Galvani».