"Il Cavaliere Longobardo": giovedì 19 maggio 2022 presentazione della mostra

Pubblicato il 13 maggio 2022 • Comunicati Stampa , Cultura

Per la prima volta dal loro ritrovamento, avvenuto nel 2020 nel territorio del Comune di Sarego durante le indagini di archeologia preventiva per la realizzazione di una tratta dell’acquedotto anti Pfas, gli straordinari reperti di età longobarda, appena restaurati grazie al contributo di Veneto Acque Spa, verranno esposti al pubblico.

Giovedì 19 maggio 2022 alle 10 in sala civica Corte delle Filande a Montecchio Maggiore verrà presentata la mostra "Il cavaliere longobardo di Monticello di Fara", seguirà l’inaugurazione ufficiale con la possibilità di visitare in anteprima l’esposizione che sarà poi aperta durante l’orario di apertura del Museo Civico “G. Zannato” a partire da sabato 21 maggio (sabato 15-18.30 e domenica 9:30-12:30/15:00-18:30).

Giovedì 19 maggio, ad illustrare storia e caratteristiche dei materiali archeologici, tra cui un ricco corredo tombale, saranno: Claudia Cenci, funzionaria archeologa della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Province di Verona, Rovigo e Vicenza che ha diretto lo scavo e curato la mostra, e Caterina Giostra, docente di Archeologia medievale all’Università Cattolica di Milano, che ha studiato i reperti. Ad introdurre l’evento per il Museo Civico “G. Zannato” la conservatrice archeologa Annachiara Bruttomesso. La cittadinanza è invitata a partecipare.

Saranno presenti: Vincenzo Tinè, Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Province di Verona, Rovigo e Vicenza, Gianvittore Vaccari, amministratore unico Veneto Acque Spa, Gianfranco Trapula, sindaco di Montecchio Maggiore, Claudio Meggiolaro, vicesindaco e assessore alla Cultura del Comune di Montecchio Maggiore, insieme a Roberto Castiglion, sindaco di Sarego e Manuela Luzi, assessore alla Cultura di Sarego, Comune nel cui territorio si trova Monticello di Fara e che è entrato a far parte del Sistema Museale Agno Chiampo proprio in seguito allo straordinario rinvenimento delle sepolture longobarde.

Con l’esposizione dei nuovi reperti di Monticello di Fara, il Museo Civico “G. Zannato” si avvia, proprio nell’anno del suo centenario, ad assumere il ruolo di vero e proprio centro espositivo di riferimento per i materiali longobardi e di età longobarda dell’Ovest vicentino. Per informazioni: www.museozannato.it (ingresso intero 3 euro; ridotto over 60, under 18 e comitive 2 euro; gratuito la prima domenica del mese)

locandina IL CAVALIERE LONGOBARDO - DEF
Allegato formato jpeg
Scarica