Al volante di un autocarro sovraccarico con un tasso alcolemico di quattro volte il consentito

Pubblicato il 11 novembre 2023 • Comunicati Stampa

Alla guida di un autocarro sovraccarico, con un tasso alcolemico di quattro volte il limite massimo previsto dalle norme: fermato dalla Polizia Locale dei Castelli, per il conducente è scattata la denuncia per l'ipotesi di reato di guida in stato di ebbrezza e una multa di quasi mille euro. Attorno alle 16 di mercoledì 8 novembre 2023, una pattuglia impegnata nel controllo della circolazione stradale a Montecchio Maggiore ha fermato in via Europa un furgone Iveco che stava procedendo in direzione nord. L'uomo al volante - identificato in S.M., cittadino indiano di 51 anni, residente nel Comune di Belfiore in provincia di Verona – mostrava chiari e forti sintomi connessi all'assunzione di bevande alcoliche. Un sospetto subito confermato dall'alcol test: la prova dell'etilometro ha infatti evidenziato un valore di quasi 2 g/l di alcol nel sangue, pari a circa 4 volte il tasso massimo consentito dalla legge per la guida di veicoli. Oltre a ciò, gli agenti hanno sottoposto alla pesatura il mezzo, con cui il 51enne stava trasportando molti pacchi di volantini pubblicitari, rilevando un sovraccarico di circa il 210%, con un peso totale (di quasi 7300 kg) pari a oltre il doppio della massa dell'Iveco (3500 kg). Il conducente, dopo i rilievi fotografici e dattiloscopici di rito, è stato quindi denunciato alla Procura della Repubblica di Vicenza per l’ipotesi di reato di guida in stato di ebbrezza (art. 186 comma 2 lett. C del Codice della Strada), che prevede la pena dell’arresto da 6 mesi a un anno e un’ammenda da 1.500 a 6.000 euro. La Polizia Locale ha inoltre provveduto a ritirare la patente per la successiva sospensione, che potrà variare da 12 a 24 mesi. Le sanzioni amministrative per il carico eccessivo, invece, ammontano a 950 euro. Gli agenti del Comandante Alessandro Rigolon stanno proseguendo gli accertamenti per verificare altre irregolarità connesse all’uso del veicolo.

«La meticolosa e scrupolosa azione di controllo del territorio effettuata dalla nostra Polizia Locale dei Castelli si sviluppa in modo capillare, su tutta la città, permettendo quindi di intercettare e fermare veicoli che potrebbero generare una potenziale situazione di pericolo per la sicurezza stradale», commenta il sindaco di Montecchio Maggiore, Gianfranco Trapula. 

Si specifica che le appena citate sono ipotesi di reato della polizia giudiziaria, soggette a successiva sussunzione da parte del giudice inquirente e che comunque, nel rispetto del principio della presunzione di innocenza, la colpevolezza della persona sottoposta ad indagine in relazione alla sopra riportata vicenda sarà definitivamente solo in caso di sentenza irrevocabile di condanna.